Approvate le Linee Guida del Piano Organizzativo del Lavoro Agile

11 Dicembre 2020
Pubblica Amministrazione in Smartworking con le Linee Guida del Piano Organizzativo del Lavoro Agile

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione Fabiana Dadone ha approvato le Linee Guida che guideranno le PA nella predisposizione del Piano Organizzativo del Lavoro Agile (POLA) con particolare riferimento alla definizione di appositi indicatori di performance.

Nonostante si tratti di una modalità di lavoro già da tempo disciplinata dall’ordinamento italiano, è solamente a causa dell’emergenza sanitaria provocata dal Covid-19 che la Pubblica Amministrazione ha dovuto far ricorso ad un uso massiccio di “smartworking“. Finora, infatti, è stato oggetto di limitate sperimentazioni e alcuni tentativi di attuazione. Tant’è che le PA hanno dovuto scoprire punti di forza e di debolezza che ne hanno generato un ampio e diffuso dibattito

Il Piano Organizzativo del Lavoro Agile è una specifica sezione del Piano della Performance, uno strumento di programmazione del lavoro agile, ovvero delle sua modalità di attuazione e sviluppo, da adottare entro il 31 gennaio di ogni anno. L’idea di base ha un forte significato organizzativo: il lavoro agile non è improvvisazione, e quindi situazione di emergenza, ma programmazione, in armonia con i diversi strumenti previsti dal legislatore (come il Piano Triennale per l’Informatica, il Piano Triennale dei Fabbisogni di Personale o il Piano Triennale di Formazione del Personale).

L’adozione del POLA non è obbligatoria ma il Legislatore ha stabilito che il lavoro agile si applica comunque ad almeno il 30% dei dipendenti (invece del 60% in caso di adozione del Piano), così come previsto dalla Legge Madia. La scelta sulla progressività e sulla gradualità dello sviluppo del lavori agile è comunque rimessa ad ogni amministrazione.

Vengono infine definite indicatori minimi da introdurre e monitorare nel 2021, in fase di avviso, così da creare la base di partenza per successive serie storiche. Tali indicatori fanno riferimento:

  • alle condizioni abilitanti del lavoro agile, valutate in termini di Salute Organizzativa, Salute Professionale, Salute Economico-Finanziaria e Salute Digitale;
  • alla stato di implementazione, quantitativa e qualitativa;
  • alle performance organizzative, in termini di efficienza, efficacia ed economicità;
  • agli impatti, esterni ed interni.

Le Linee guida saranno presentate dal Direttore Scientifico del Centro di Ricerca sul Valore Pubblico (CERVAP) Prof. Enrico Deidda Gagliardo alle Amministrazioni e agli OIV nell’ambito dell’incontro in streaming fissato per mercoledì 16 dicembre, dalle 10.00 alle 16.30, in occasione dell’avvio del ciclo della performance 2021-2023.

x

VUOI RESTARE AGGIORNATO SULLE ATTIVITÀ DEL CERVAP?

Iscriviti alla Newsletter

Autorizzo al trattamento ai sensi dell’art. 13 del Regolamento europeo 679/2016